VIVIBORGARELLO.IT

EU Cookie Law

Informativa
Borgarello, la cooperativa assume tra i residenti Stampa
di Stefania Prato, 29 aprile 2014

BORGARELLO. Due assunzioni. A farle è la Cooperativa Oikos a cui il Comune ha assegnato l’appalto per la gestione del verde: circa 25mila euro in due anni. In cambio però la cooperativa sociale di tipo B deve dare lavoro, a tempo determinato a due persone, disoccupate, residenti a Borgarello. Una terza assunzione è in programma per la gestione dei servizi scolastici.

Perché continuano ad aumentare le richieste di chi bussa alla porta del municipio per chiedere un sostegno, sopraffatto dalle bollette o dall’affitto da pagare. «In due anni il numero di chi domanda aiuto è raddoppiato» dice il vicesindaco Laura Baronchelli.

Per sette posti messi a disposizione dalla leva civica, che prevede contributi a chi effettua piccoli lavoretti per il comune, sono arrivate 18 richieste. Per questo, spiega il sindaco Nicola Lamberti, l’occupazione è una delle priorità dell’amministrazione. «Le situazioni di disagio sono in aumento e il nostro compito è quello di dare risposte – dice il primo cittadino –. Abbiamo pensato di appaltare la gestione del verde ad una cooperativa che si è resa disponibile ad utilizzare residenti di Borgarello per lavori che riguardano il territorio comunale».

La Oikos, cooperativa sociale di Vigevano, si occupa dell’inserimento lavorativo di persone svantaggiate e ha siglato una convenzione con il Comune in base alla quale si impegna a fare due assunzioni con contratto a tempo determinato. La scelta è caduta su chi ha da poco perso il posto di lavoro e che potrà contare su uno stipendio di 500 euro al mese, «in base anche alle ore che verranno effettuate», precisa Baronchelli, aggiungendo che «prima dovranno seguire un corso di formazione, che potrà servire loro anche in futuro».

«Potrebbero infatti aprirsi nuove opportunità di lavoro – sottolinea Lamberti -. Se dimostreranno di operare bene, in loro potrebbe essere individuato un valore aggiunto». «Per questo posto è stato privilegiato chi ha problemi familiari significativi – spiega Baronchelli -. Si tratta di situazioni in cui era fondamentale il sostegno del Comune». Ma non finisce qui. S’intende infatti allargare il progetto anche alla scuola. «Stiamo cercando una cooperativa a cui affidare la gestione dei servizi scolastici – dice il vicesindaco -. E anche in questo caso chiediamo l’assunzione di una persona che si trovi in forti difficoltà sociali e che potrebbe occuparsi anche del centro estivo».

La Provincia Pavese, 29 aprile 2014


Visualizzazioni: 680

  Lascia il primo commento!

Scrivi Commento
  • Si prega di inserire commenti riguardanti l'articolo.
  • Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc.
  • Se ti imbatti in commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone, avvisaci utilizzando l'apposito link Segnala che trovi in basso a destra ad ogni commento.
Nome:
Titolo:
Commento:



Codice:* Code

Powered by AkoComment Tweaked Special Edition v.1.4.6
AkoComment © Copyright 2004 by Arthur Konze - www.mamboportal.com
All right reserved

RocketTheme Joomla Templates