VIVIBORGARELLO.IT

EU Cookie Law

Informativa
Consiglio comunale del 30 aprile 2014: Affidamento Tesoreria e Rendiconto 2013 Stampa

di Alessandro Galbiati, 1 maggio 2014

Dopo l’ approvazione dello “schema di regolamento” per l’ assegnazione del nuovo incarico per il Servizio di Tesoreria (quello attuale è scaduto a fine 2013 ed è ora in regime di proroga), il Consiglio ha proposto l’ approvazione del Rendiconto 2013 (bilancio consuntivo). Il Sindaco Lamberti ha voluto sottolineare le condizioni particolari dell’ esercizio scorso: la sovrapposizione di due Amministrazioni (sino a fine maggio 2013 era presente il Commissario Prefettizio), l’ insorgere degli obblighi del “Patto di Stabilità”, le incertezze sui proventi IMU, l’ approvazione del preventivo 2013 a fine ottobre che di fatto ha imposto al Comune una gestione finanziaria meramente in “dodicesimi” (prima dell’ approvazione del bilancio preventivo sono ammesse spese, mese per mese, in misura non superiore a un dodicesimo dell’anno precedente), il nuovo tributo sui rifiuti Tares.

Due parole sul patto di stabilità, che tocca per la prima volta i Comuni sotto i 5000 abitanti. La complessa normativa, di ispirazione comunitaria, intende chiamare le amministrazioni locali a partecipare allo sforzo di contenimento del debito pubblico nazionale. Ma limitando fortemente la possibilità di fare investimenti (costruzioni, ristrutturazioni, macchinari) anche a fronte di risorse già disponibili; a meno di non pagare due volte , una per l’ investimento, una per generare “ spazio finanziario”, con faticosi sacrifici sulle spese correnti . Tuttavia nei pochi mesi trascorsi della nuova amministrazione , cui come noto partecipano a titolo volontario una dozzina di cittadini non eletti, si sono comunque ottenuti risultati di tutto rispetto, nel comparto scuola, cultura, biblioteca , sociale (leva civica), territorio, pur conseguendo significative riduzioni di spesa e il raggiungimento dell’ obiettivo di ”patto”. “Massimizziamo il risparmio corrente per utilizzarlo in investimenti , al contrario della vecchia logica che finanziava le spese quotidiane urbanizzando il territorio ” dice Nicola Lamberti che prova a vedere il positivo di una normativa obbiettivamente penalizzante.

Quindi la Tares: il Consigliere di minoranza Rochira, a fronte di una documentata indagine anche presso Comuni vicini, lamenta la poca chiarezza del piano tariffario elaborato in sede di approvazione Tares a Borgarello e l’impossibilità di fare valutazioni di merito e di congruità. Il Sindaco, premettendo che Tares diversamente da Tarsu prevede la copertura del 100% dei costi di gestione rifiuti (inclusi remunerazione del capitale, ammortamenti, quota parte del personale ecc.) segnala che purtroppo le riscossioni ad oggi risultano largamente inferiori ai costi sostenuti; per quanto riguarda la mancata indicazione delle tariffe individuali in sede di approvazione Tares, sottolinea che alla data (ottobre 2013) non era tecnicamente possibile farlo per la complessità di connettere il database ex Tarsu col database ”anagrafe” (che fornisce indicazione sul numero dei componenti famigliari, aspetto distintivo di Tares rispetto a Tarsu). E ciò non è tanto imputabile a inefficienza dell’amministrazione, quanto alla macchinosità normativa che ha prodotto in seguito, quasi in ogni Comune, disguidi, errori e rettifiche complicate. A riprova, il Ministero all’ ultimo minuto ha diramato una modifica normativa che consentiva ai Comuni che lo volessero di utilizzare come metodo di calcolo il sistema tariffario precedente (ex Tarsu), purché fosse garantita la copertura totale dei costi. Ravvedimento tardivo? Forse, ma nel 2014 si cambia ancora, Tares diventa Tari : “il mondo è bello perché varia“ si diceva una volta.

Il bilancio consuntivo è stato approvato dai 5 componenti della maggioranza con voto contrario dei 2 consiglieri di minoranza.


Visualizzazioni: 757

  Lascia il primo commento!

Scrivi Commento
  • Si prega di inserire commenti riguardanti l'articolo.
  • Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc.
  • Se ti imbatti in commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone, avvisaci utilizzando l'apposito link Segnala che trovi in basso a destra ad ogni commento.
Nome:
Titolo:
Commento:



Codice:* Code

Powered by AkoComment Tweaked Special Edition v.1.4.6
AkoComment © Copyright 2004 by Arthur Konze - www.mamboportal.com
All right reserved

RocketTheme Joomla Templates