VIVIBORGARELLO.IT

EU Cookie Law

Informativa
Borgarello senza la banca da gennaio Stampa
Tremila abitanti e niente sportello bancomat, deserta anche la gara per affidare il servizio di tesoreria comunale

di Stefania Prato, 25 novembre 2014

BORGARELLO. Chiude l’unica banca del paese. A metà gennaio il gruppo Ubi lascerà questo centro di circa 3mila abitanti che non potrà più contare neppure su uno sportello bancomat. E’ infatti andata deserta, la scorsa primavera, la gara indetta dal Comune per appaltare il servizio di tesoreria che finora era stato affidato proprio dall’istituto di credito che si trova davanti a Villa Mezzabarba.

Per l’amministrazione comunale il bando di gara è andato deserto perché «in questo periodo difficile sono molti gli istituti di credito che stanno riorganizzando la rete, chiudendo le filiali che non raggiungono risultati minimi di budget». Ma se la chiusura, secondo Fabrizio Carena di Progetto civico, delega alla comunicazione, sarebbe «frutto di strategie aziendali», per l’opposizione le cose stanno diversamente: la maggioranza avrebbe pubblicato un bando con condizioni capestro, inaccettabili per gli istituti di credito. «Il primo bando era andato deserto – spiega il capogruppo Simone Montana – l’amministrazione avrebbe dovuto pubblicarne un altro più allettante, visto che si tratta di un servizio indispensabile per i cittadini, soprattutto per le persone anziane. Borgarello sta diventando un paese dormitorio, alcune attività commerciali si sono trasferite o hanno chiuso, abbiamo solo un dispensario farmaceutico, aperto poche ore. E’ evidente che non si stanno più garantendo servizi fondamentali e mancano strategie politiche in grado di trattenere le imprese e di dare fiato all’economia del territorio».

Per la minoranza «l’approccio dell’amministrazione è sbagliato». «Si sarebbe dovuta tentare la strada di una mediazione con il privato». Ma l’amministrazione Lamberti non ci sta a essere tacciata di scarsa lungimiranza e rimanda al mittente le accuse di non mettere in atto politiche di potenziamento dei servizi. «Non si può imputare all’amministrazione la responsabilità della chiusura dello sportello bancario – spiega Carena –. La banca è una società privata a fini di lucro e se non guadagna, finisce per chiudere, esattamente com’è già accaduto per la panetteria e per la trattoria. Se poi la chiusura è stata decisa all’interno di un piano generale di riordino, è impossibile che l’eventuale rinnovo del servizio di tesoreria possa cambiare il destino dello sportello locale, anche proponendo una convenzione più allettante per l’istituto di credito, comportamento peraltro che non sarebbe stato serio, visto che si tratta di soldi pubblici. Lo sportello probabilmente non era più redditizio a causa dell’impoverimento del tessuto economico locale e dello spettro del mega insediamento che ormai da anni incombe sul paese, minacciando di spazzare via ogni piccolo negozio».

Ma è proprio la presenza del centro commerciale che invece, secondo i consiglieri Montana e Cosimo Rochira, avrebbe ridato linfa vitale a Borgarello: «I vantaggi per l’economia locale sarebbero innegabili, alcuni esercizi avrebbero ripreso fiato spostandosi nel megamarket, altri avrebbero comunque beneficiato del maggior afflusso di persone sul nostro territorio. Senza dimenticare una diminuzione delle tasse comunale».

La Provincia Pavese, 25 novembre 2014


Visualizzazioni: 1847

  Commenti (13)
Polemica strumentale
Scritto da Fabrizio Carena, il 26-11-2014 08:57
Anche se il Comune avesse confezionato un bando ad hoc per favorire UBI e mantenere il servizio (cosa che in sè ha una sua logica e utilità), anche volendo regalare alla banca 5 mila euro all'anno (CIFRA ASSURDA per mantenere un conto corrente, per di più di denaro pubblico!!!!), non sarebbero quelli a far cambiare idea all'istituto privato che ha deciso il taglio dei costi di personale e di affitti. 
 
Oppure si vuole impedire il trasferimento del personale che vi lavora, come la mamma di un certo consigliere? 
 
Perché nessuno si è infervorato quando ha chiuso il forno? Perché nessuno ha preteso un "aiuto di stato" per il commerciante in difficoltà?
Scritto da Era ora, il 26-11-2014 20:24
Via la "paesana", finalmente aria pulita!!
Banca - Villa - "paesana"
Scritto da Pinuccia, il 28-11-2014 10:12
Buongiorno a tutti,.......mio malgrado....eccomi ancora qua! 
Regalare soldi alla Banca NON SI FA! 
Regalare soldi alle aste per la Villa SI! e poi quando l'hai ben comprata (facendo la colletta in paese)? La colletta se proprio la devi fare falla per qualcosa di meno grandioso e più realizzabile nel breve tempo..... altro che lungimiranza! 
Se proprio si vuole essere lungimiranti..... ci sarebbero ben altre priorità per quei \"virtuali\" 700.000 Euro! 
La storia dei tagli della Banca rimbambisce chi ci vuole credere. 
Sicuramente è mirabile cercare di fare politica con trasparenza. Però non mettere le mani nel letamaio per paura di sporcarsele a casa mia vuol dire \"fare Ponzio Pilato\" le mani sono sempre pulite ma il letamaio aumenta a vista d\'occhio! 
Per pulire il letamaio non occorre sporcarsi le mani per forza, basta mettere i guanti! Cioè prendere debite precauzioni e assumersi le proprie responsabilità!!! E poi….. chi sbaglia paga!!! Forse è il chi sbaglia paga che frena molti! Perché essere poi additati dà fastidio! E chi l\'ha voluta intendere la intenda! 
Riguardo al commento circa la mamma del consigliere, mi sembra tutto molto infantile! Per sviare il problema mettendolo su un piano personale! Era preferibile ammettere di aver BUCATO nei tempi e nei modi la gestione di questa pratica (per inesperienza? Per incuria? Per mancanza dii tempo? O perché pagare la banca per la gestione della tesoreria è inaudito!?) e di aver arrecato danno a tutta la comunità di Borgarello! 
Alla Peppone e Don Camillo, peccato che loro erano molto umani e anche divertenti e alla fine i problemi li risolvevano insieme. Qui invece sembra l\'asilo Mariuccia! 
Che Tristezza........ 
Complimenti all\'amministrazione alla quale ho mandato direttamente 2 mail in richiesta di lumi per il famoso bando della Banca e ad oggi oltre a non avermi ancora risposto, la girano sulla mamma del consigliere! 
Ricordatevi cari cittadini che questi signori (da noi votati o anche no) sono al nostro servizio, e non il contrario. Svegliatevi! La sudditanza verso le Istituzioni è roba da medioevo. E non vuole essere un invito a trasgredire, anzi! Dal momento che lo Stato siamo NOI: impariamo a rispettare le leggi e i beni pubblici (che abbiamo pagato noi) ma impariamo anche a non fare i FANTOZZI!!!! Prendendo calci nel sedere e ringraziando chi ce li dà in maniera pulita e trasparente! 
Buona giornata a tutti
Cibo politico
Scritto da Fabrizio Carena, il 28-11-2014 13:44
Ringraziamo la sig.ra Pinuccia della sua preziosa testimonianza. Faremo tesoro dei suoi consigli. 
Nessuno ha chiesto o chiederà a lei dei soldi, né per comprare una villa, né per dare tangenti alle banche che IN TUTTO IL MONDO stanno chiudendo sportelli. E non è una favola come lei vuole far credere, basta aprire i giornali. 
Infine, sullo sporcarsi le mani, altro che Ponzio Pilato, le assicuro che per occuparsi di politica in questo paese occorre convertirsi alla coprofagìa. 
Mi stia bene sig.ra Pinuccia, si riconcilii col mondo.
Cibo politico
Scritto da pinuccia, il 28-11-2014 14:25
sicuramente i soldi per gestire l'Amministrazione Comunale non mi vengono chiesti..... semplicemente mi sembra sia dovuti. Riguardo alla villa..... ci mancherebbe anche!  
"Affettivamente" ci potrebbe anche stare. Purtroppo però ci sono altre prorità. 
Le banche chiudono gli sportelli che possono chiudere. Se hanno l'aggiudicazione della Tesoreria NON POSSONO CHIUDERE!!! o lei è di parere contrario? o meglio l'ha letto su quale giornale? oppure glielo hanno detto gli Amm. Comunali? 
Le assicuro che chi fa politica solitamente sa esattamente di che cosa si deve nutrire, è l'altro lato della medaglia. Chi invece pensa di saper far politica e non è addestrato a certe "diete" si trova un pò "sorpreso"! 
Purtroppo la favola state cercando di farle credere voi e sembra che in molti la "bevano"........ 
Io sicuramente cercherò di riconciliarmi con il mondo. Voi cercate invece di mettere i piedi per terra, sulla terra però, non su Marte, 
buon lavoro
Cibo Politico
Scritto da Fabrizio Carena, il 28-11-2014 16:57
Una banca che decide di chiudere uno sportello trasferisce i conti su un altro sportello, compreso quello della tesoreria comunale. Cero che se arriva Bill Gates e vi deposita i suoi liquidi spiccioli, ha un potere contrattuale maggiore del comune e dell'intera amm.regionale della Lombardia, quindi un peso decisamente superiore al comune di Borgarello. 
 
Riguardo al cibo, sono avvezzo a quella dieta. Per riconciliarla col mondo mutuerò le parole del mio omonimo poeta (De André) secondo il quale "...dai diamanti non nasce nulla, dal letame nascono i fiori".... anche su Marte, sig.ra Pinuccia!
Non capisco
Scritto da Pino, il 28-11-2014 19:44
Da cittadino non sono assolutamente preoccupato del fatto che a Borgarello non esista più una banca, mi girano un po' le scatole perchè dallo sportello Ubi potevo prelevare e caricare l'abbonamento di trenord. 
Sono invece preoccupato dal fatto che continuino a chiudere le attività commerciali, questo mi spiace molto e conferma che il paese sta morendo. 
Chiedo quindi al comune che cosa stia facendo o pensando per invogliare gli investimenti. 
Per la villa, sarei invece molto contento se tornasse ad essere un simbolo per il ns paese.
chiude la banca .... torna il buonumore
Scritto da Claudio Elazar Lazzaro, il 22-12-2014 12:59
In totale controtendentenza devo confessare ai miei compaesani Borgarellesi che quando una Banca chiude torno di buonumore …. ancora non mi capacito di come si possa dare una valenza negativa ad una \'\'cassaforte passiva\'\' che non ha mai avuto intenzione di investire nel nostro paese, come del resto le banche oggi non fanno piu\' (ed in passato hanno fatto con fatica … non siamo in America) …. cari compaesani le banche sono come dei materassi \'\'vuoti\'\' all\'interno nei quali infilate i vostri soldi e quando tentate successivamente di estrarli ne trovate sempre di meno !! 
A volte si fa\' anche fatica ad estrarli e sembra che non siano nemmeno piu\' nostri (... si purtroppo ce li infilo anch\'io) a causa delle regole bancarie che ci mettono nella condizione di \'\'pietire\'\' i \'\'nostri\'\' soldi …. Quindi direi che a meta\' Gennaio potremmo tranquillamente fare una festa davanti alla ex sede della banca ….. l\'unica utilità era forse il Bancomat , ma come ben saprete (e se non lo sapete ve lo dico io) quello della Posta è altrettanto versatile \'\'tanto quanto\'\' quello della UBI (mayor minor cessat) e quindi per caricare il telefono, forse anche l\'abbonamento di Trenord o per ritirare denaro potrete utilizzare quello ...
vivere male
Scritto da borgarellese, il 02-01-2015 16:09
tutte le tasse al tasso piu' alto sono in questo quasi assurdo paese dove vengono tolti i principali servizi...alimentari banche...per poi avere una parte di un bel parco recintato con tanto di fontana per cani,e,nonostante cio' si trovano escrementi per il paese,importanti anche i portabiciclette elettriche?grazie,ma non è questo che volevo da questa amministrazione!!!
Fesserie qualunquiste
Scritto da Fabrizio Carena, il 02-01-2015 22:48
Tasse al tasso più alto è una grossa fesseria. Le aliquote non sono state toccate rispetto al 2013 e sono ben sotto ai massimali consentiti dallo stato. In più, questo assurdo paese, è tra i pochissimi ad avere una franchigia x l'addizionale IRPEF di ben 26.000€ sotto i quali non si paga nulla, leggi indigenti, pensionati, casalinghe e fasce deboli di popolazione. 
Alimentari e banche non sono un servizio pubblico, nè il comune può intervenire a protezione degli affari di un privato. Immaginereste le solite voci bastian contrarie del blog cosa direbbero se per assurdo lo facesse? Griderebbero allo scandalo, all'utilizzo dei soldi pubblici a favore di privati e cose ben peggiori. No grazie. Non è questa la missione di un'amministrAzione onesta. Continui a votar per chi vuole il centro commerciale, se ha un'altra idea di come gestire un comune. Buon anno!
Franchigia
Scritto da Marco, il 07-01-2015 21:17
Carissimo portavoce del Comune, personalmente non ho mai condiviso la franchigia per l'addizionale Irpef, poiché superendo di poco tale livello mi ritrovo a corrispondere un onere anche per gli esenti. Le faccio un esempio percependo un reddito lordo di circa 33000 € mi ritrovo a corrispondere tra addizionale comunale e regionale quasi 100 €. Non sarebbe stato più giusto che tutti corrispondessero in modo proporzionale o utilizzare parametri differenti per ovviare a chi evade di essere esentato anche per l'addizionale comunale?
Franchigia
Scritto da Dipendente, il 08-01-2015 10:25
Mi associo a quanto affermato da Marco...la franchigia è utile ai tanti evasori (che dichiarano redditi al di sotto dei 26.000 Euro) e tartassa ulteriormente chi dichiara tutto (come i dipendenti...). 
La stessa cosa vale per l'esenzione IMU sulle case abitate dai figli (e di proprietà dei genitori...) approvata quasi subito da questa amministrazione. 
L'IMU dovrebbe essere pagata da chi ci abita.  
Se ha una famiglia e un reddito perchè non deve farlo? 
A Borgarello infatti abbiamo "illustri" esempi che godono anche di questo beneficio... 
Saluti...
x Marco e Dipendente
Scritto da Fabrizio Carena, il 08-01-2015 11:23
Gentili lettori, ritengo i vostri rilievi pertinenti e ritengo altresì utile portare questo confronto costruttivo a un livello più istituzionale. Chi amministra può sbagliare, certo in buona fede, ma sbaglia meno se supportato e indirizzato dalla cittadinanza, dalla cui opinione generale non può prescindere e alla quale, infine, deve rispondere. Sarebbe interessante - e lo proporrò - innescare un dibattito pubblico o un gruppo di lavoro su questi temi per meglio assestare la politica fiscale e le scelte di bilancio partecipato. 
Grazie per ora delle vostre critiche costruttive..

Scrivi Commento
  • Si prega di inserire commenti riguardanti l'articolo.
  • Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc.
  • Se ti imbatti in commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone, avvisaci utilizzando l'apposito link Segnala che trovi in basso a destra ad ogni commento.
Nome:
Titolo:
Commento:



Codice:* Code

Powered by AkoComment Tweaked Special Edition v.1.4.6
AkoComment © Copyright 2004 by Arthur Konze - www.mamboportal.com
All right reserved

RocketTheme Joomla Templates