VIVIBORGARELLO.IT

EU Cookie Law

Informativa
Consiglio comunale del 28 novembre Stampa
di Alessandro Galbiati, 1 dicembre 2014

Cominciando dal fondo l’ assemblea all’unanimità ha approvato il regolamento per l’utilizzo dei locali comunali (palestra, biblioteca, spazi Auser ecc.) che definisce modalità e tariffe in funzione degli scopi e della natura dei richiedenti, privilegiando ovviamente le attività di interesse pubblico promosse da soggetti senza fini di lucro: un adempimento necessario per mettere ordine nelle prassi amministrative, prima ancora che per motivi economici. Poi la convenzione con le Terme President di Salice per sconti e facilitazioni nella fruizione di bagni termali, approvata da tutti.

 

Prima invece s’è dibattuto di bilancio, variazioni e assestamento, approvati a maggioranza con voto contrario dei consiglieri di opposizione. Di che si tratta? : di varie rettifiche tecniche e adeguamenti contabili senza variazioni di merito e di un effettivo incremento previsionale delle entrate fiscali (IMU_IRPEF TASI) pari 56 mila euro ricavato dall' andamento del gettito, assorbito tuttavia dall'istituzuione di nuovo accantomanento obbligatorio per crediti di dubbia esigibilità (39 mila).

Ma tutto questo non dice molto sulla situazione economica effettiva di Borgarello se non si tiene conto dei forti condizionamenti che il Patto di Stabilità sta producendo sui fabbisogni di spesa per i lavori dell' alzaia. Se il bilancio in fase previsionale (e l' assestamento è ancora previsionale) dice “tanto entra e tanto deve uscire”, il patto di stabilità impone che se tanto entra "meno" deve uscire : ovviamente i conteggi dei due sistemi sono un poco diversi ma occorre farli conciliare, quasi la quadratura del cerchio. Decisiva comunque è la clausola “diabolica” per la quale si possono utilizzare senza problemi denari incassati nell’anno in cui li si spende; ma se le risorse sono pervenute anche solo l’ anno precedente sono di fatto "congelate" e occorre trovarne altrettante, aggiuntive, nell’ esercizio in corso. Insomma si deve pagare due volte, risparmiando sui servizi ai cittadini. Nessuno porterà via l’ avanzo forzoso congelato l' ma il comune non lo potrà utilizzare fino a conclusione del regime di patto (che dipende dalla L. finanziaria in funzione di debito e disavanzo nazionale, “ campa cavallo”… ).

Per scendere in concreto le spese dell’ alzaia (ormai assolutamente indifferibili, pena la perdita del contributo regionale) per un terzo devono essere sostenute con risorse “proprie” da tempo esistenti (proventi RFI/Trenitalia), e due terzi dalla Regione che ha versato ultimamente una prima tranche (243 mila). L’ Amministrazione sta facendo i salti mortali per “doppiare” la vecchia disponibilità RFI e per calibrare al millimetro lavori, SAL, fatture e utilizzo delle risorse regionali per evitare che, superato il 31/12, diventino soldi vecchi e inutili… Ovviamente parte degli stanziamenti dapprima destinati a spese correnti e servizi non potranno essere utilizzati e rimarranno sul conto, indisponibili.

Ma poi s’è parlato d’altro. Di come sia possibile “che al medesimo professionista vengano assegnati ripetutamente incarichi con designazione diretta”: il Sindaco ha precisato che gli incarichi assegnati al professionista in parola sono tre, su dodici complessivi, di importi molto contenuti per indubbia discrezione del professionista, cittadino di Borgarello che gode della piena fiducia dell’Amministrazione (requisito necessario nell’affidamento diretto), e, soprattutto, per la realizzazioni di progetti che per urgenza e condizioni non avrebbero potuto essere soddisfatti da altri ( bandi dell’ultimo minuto a “sportello”).

E infine aleggiavano in aula voci su aste e gare “andate deserte” con allusione (almeno così ha colto lo scrivente) ai rumors di paese sulla prossima chiusura dello sportello bancario: un episodio certamente spiacevole che impoverirà ulteriormente la disponibilità di servizi a Borgarello ma che discende da scelte “strategiche” dell’istituto bancario ( che ha deciso a livello nazionale la “chiusura di 114 punti operativi, con 1.277 esuberi…”) lontane dalla possibilità di nostro intervento e che nulla hanno a che vedere con scadenza e rinnovo del servizio di tesoreria comunale.


Visualizzazioni: 811

  Lascia il primo commento!

Scrivi Commento
  • Si prega di inserire commenti riguardanti l'articolo.
  • Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc.
  • Se ti imbatti in commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone, avvisaci utilizzando l'apposito link Segnala che trovi in basso a destra ad ogni commento.
Nome:
Titolo:
Commento:



Codice:* Code

Powered by AkoComment Tweaked Special Edition v.1.4.6
AkoComment © Copyright 2004 by Arthur Konze - www.mamboportal.com
All right reserved

RocketTheme Joomla Templates