VIVIBORGARELLO.IT

EU Cookie Law

Informativa
«Sindaco ripari le buche e non pensi alla villa» Stampa
di Stefania Prato, 3 dicembre 2014

Buche disseminate sulle strade comunali, segnaletica inadeguata, mancanza di sicurezza. A puntare l’indice contro le condizioni delle strade del paese è la minoranza che parla di «completo disinteresse da parte dell’amministrazione su problemi concreti dei cittadini». Il capogruppo Simone Montana sollecita la giunta a pensare ai servizi di cui il paese ha bisogno e non a «fare inutili raccolte fondi per comprare villa Mezzabarba».

«Davanti al deposito comunale si è formata una voragine, segnalata con un cartello, bloccato con un tubolare potenzialmente molto pericoloso per auto e moto», sottolinea Montana che chiede anche di sistemare l’ultimo tratto di via Matteotti, strada che collega Borgarello a Cantone Tre Miglia: «Mancano i requisiti minimi di sicurezza, la carreggiata è molto stretta e costella da buche ed è percorsa dallo scuolabus e da camion. La situazione peggiorerà quando, tra pochi giorni, verranno iniziati i lavori al passaggio a livello». Lente d’ingrandimento della minoranza anche su via Berlinguer: «E’ un acquitrino, manca la segnaletica e anche il tratto recentemente asfaltato dal Comune è ridotto ad un colabrodo. I cittadini sono stanchi, alcuni hanno già presentato richiesta di risarcimento per i danni alle auto».

«Nessuna richiesta, ad oggi, è stata protocollata in Comune», replica l’assessore Francesco Briganti che fa anche sapere che ieri si è provveduto a sistemare la buca davanti al deposito comunale. «Gli altri interventi verranno effettuati quando le condizioni meteorologiche lo consentiranno», assicura Briganti ricordando che «via Berlinguer era stata realizzata in modo pessimo». «Forse si dovrebbe chiedere conto all’ex sindaco Rovelli, visto che venne collaudata proprio ai tempi della sua amministrazione». Su Villa Mezzabarba invece Fabrizio Carena di Progetto Civico,ricorda che «il Comune deve far fronte alle spese con i trasferimenti statali e le tasse comunali». E precisa: «Il comitato non è il Comune, l’acquisto non impatterà sui fondi dell’ente che invece otterrà spazi aggregativi che non ha».

La Provincia Pavese, 3 dicembre 2014


Visualizzazioni: 1815

  Commenti (22)
Villa in Comune
Scritto da Rosa, il 04-12-2014 10:25
Sono confusa. Se il Comitato non è il Comune, come fa ad esercitare la prelazione?  
E per le spese di gestione come pensavate di fare? Ricordo male o il Sindaco, qualche tempo fa, aveva detto che le spese di gestione dell'immobile non erano sostenibili dal bilancio del Comune?
x Rosa
Scritto da Fabrizio Carena, il 04-12-2014 11:06
Gentile Rosa, fine osservazione: le strade che si aprono sono diverse (e non parlo di buche nell'asfalto). Alcuni esperti legali stanno valutando tutte le ipotesi, una delle quali è appunto esercitare il diritto di prelazione come ente territoriale, ma vi sono diversi scenari. 
 
Sulla sostenibilità, altri esperti volontari stanno mettendo a punto un piano finanziario e di attività che prevede ritorni economici a regime che possano coprire le spese di mantenimento.  
 
La villa si deve autofinanziare e non dev'essere un peso per il cittadino, ma una fantastica opportunità. Deve restituire quello spazio aggregativo e quell'opportunità di sviluppo alternativo e sostenibile, foriero di occasioni occupazionali, scippata da sempre alla popolazione proprio dal padrone-capolista del consigliere Montana nell'arco di 30 anni. Ora Montana sta diventando bravissimo a scovare le buche nell'asfalto. 
 
D'altra parte la polemica innescata dalla minoranza pare scontata: si cerca di recuperare alla cittadinanza un bene che il suo "padre ignobile" gettò alle ortiche. E' normale che gli provochi una fastidiosa irritazione.....
Buche
Scritto da Asfaltatore, il 05-12-2014 10:29
In realtà le buche della sua via le ha tutte riparate visto che è una delle poche strade completamente asfaltate a nuovo...
Parcheggio
Scritto da Via Dei Mezzani, il 05-12-2014 23:25
Bieca polemica!  
Asfaltatore si faccia un giro in paese ...
Un saluto
Scritto da Peppino, il 07-12-2014 11:17
:)
Strade da terzo mondo
Scritto da Stupefatto, il 13-12-2014 14:20
Solo 2 righe per dare una mia opinione. Borgarello è un paesello con poche vie messe in croce. É veramente scandaloso che si parli tanto a vuoto, di valutazioni da fare e altre cose che non risolvono il problema e sono pericolose x tutti, pedoni, auto, età...e non si riesca a mettere in sicurezza il manto stradale rifacendolo e non solo mettendo toppe su toppe inutili!!! Com'è possibile che non si riesca a rifare l'asfalto di 5 strade in croce, ma non vi vergognate? Se era un città con il quadruplo delle strade, avevate una scusante ma si parla di Borgarello!!! Ma vergognatevi non ve ne frega niente dei cittadini! Spero che al responsabile che non fa nulla ma valuta e valuta senza fare nulla di concreto, gli si spacchi una ruota dentro una buca, almeno poi vedi come la ripara subito la buca!
x Stupefatto
Scritto da Fabrizio Carena, il 15-12-2014 12:03
Sicuramente è poca cosa e non risolve i problemi della globalità delle strade del paese, ma da quando questa amministrazione è in carica ha speso già 90.000 euro per asfaltare parte di viale Berlinguer, via di Vittorio, le vie perpendicolari, via Dalla Chiesa, viale Europa, via Da Vinci e altre strade di cui non ricordo il nome. Oltre alla strada alzaia, il cui completamento (il cosiddetto "tappetino" di asfalto fine con segnaletica orizzontale) verrà effettuato in primavera per motivi termici, di maggior tenuta del manto.  
Via Pavia e via Principale, pur essendo di competenza provinciale sono state rappezzate e pressate a rullo, sempre per assicurare omogeneità e maggior tenuta.  
L'asfaltatura completa delle strade non era nelle priorità del programma elettorale di Progetto Civico, tuttavia. 
Non sembra, e non è noto a tutti, ma la manutenzione stradale costa diverse decine di euro a metro quadro.e per tenere un paese in perfetta efficienza da quel punto di vista va fatta a rotazione ogni anno, su divesre strade, cosa che è mancata negli anni passati per effetto del commissariamento.  
Fossimo stata una città con il quadruplo delle strade, sig.Stupefatto, avremmo avuto probabilmente anche il quadruplo dei contribuenti e forse il quadruplo dei trasferimenti statali, tutto comunque in proporzione. 
 
Stupefacente è invece la superficialità con cui lei giudica, mi permetta questa digressione. Le faccio presente che questa amministrazione sta facendo fronte a un'emergenza sociale (di cui non si parla per riserbo nei confronti dei protetti) che non ha eguali negli ultimi trent'anni, complice la crisi e la depressione economica. Punta dell'iceberg di questa attenzione sono le otto leve civiche, otto persone che grazie all'amministrazione "che se ne frega dei cittadini" hanno ritrovato la possibilità di sentirsi utili e adesi al mondo del lavoro e alla socializzazione.  
Purtroppo, è spiacevole dirlo, il terzo mondo è nella cecità di fronte a queste evidenze, ma probabilmente sbaglio a meravigliarmi, in fondo di notano più le buche nell'asfalto che il malessere delle persone.
Leva civica
Scritto da Dubbioso, il 17-12-2014 07:44
Giusto per capire visto che a parte una volta che mi sembra di aver visto una persona strappare l'erba dei marciapiedi (cosa sicuramente utile per il decoro) ma non raccoglierla e lasciarla li...cosa fanno tutto il giorno? Credo che 8 persone a disposizione non siano poche e si potrebbe con un po' di iniziativa sistemare parecchie cose (per esempio ripulire i tombini, pulire da erba e altro nonche' verniciare il ponte anche se non e' responsabilita'' del comune e' in una situazione disastrosa e presenta il paese in maniera pessima, sistemare la staccionata della ciclabile per certosa e molto altro) 
 
Grazie e saluti
Leve civiche
Scritto da Fabrizio Carena, il 17-12-2014 11:03
Innanzitutto la leva civica lavora un paio d'ore al giorno e si occupa di varie cose, non solo la cura del verde, che non è mai stato così curato. Vi ricordate che schifo era solo viale Berlinguer 3 anni fa? 
Per esempio, le porte nel campetto, le reti da pallavolo, l'area cani l'hanno realizzata loro a un costo irrisorio, rispetto a un affidamento diretto a un'impresa. 
Poi c'è chi lavora all'interno e chi fa accompagnamento scuolabus e altre mansioni. 
Ma il valore non è tanto ciò che fanno di materialmente utile che c'è e ci deve essere, alla fine le 350€ che percepiscono se le guadagnano tutte, quanto il fatto che con un impegno fisso di due ore al giorno, persone con un disagio sociale o difficoltà varie, non necessariamente di natura economica, sono spinte a mettersi in ordine, uscire di casa, interagire, socializzare, quindi stare lontano per un po' da cattivi pensieri. 
Sottolineo anche il fatto che se una persona sta bene, fa un percorso come può essere la leva civica di reinserimento nel mondo del lavoro, sgrava i servizi sociali di una spesa che diversamente il comune dovrebbe sostenere.
Guardarsi intorno
Scritto da Io, il 17-12-2014 11:45
Aggiungo: 
- al parco vicino alla Chiesa la realizzazione della nicchia per i contatori, la riverniciatura della recinzione e la sistemazione del muretto, 
- al Cimitero la sistemazione dei bagni e una pulizia straordinaria, 
- la riverniciatura di alcune panchine, 
- la pista tra Cimitero e Porta d\'Agosto è in fase di ripavimentazione, poi verrà sistemata la steccionata, 
- la tinteggiatura degli spogliatoi e la posa regolamentare delle porte al campo sportivo 
- il riordino del magazzino. 
Aggiungo anche che quello che fanno è più utile a loro che al Comune. Essere utili può solo far piacere. Ogni cittadino potrebbe/dovrebbe contattarli per dei piccoli lavoretti. 
Mi permetto di suggerire a Carena, che si occupa della comunicazione, di parlare soltanto di \"persone\" evitando aggiunte di termini/titoli che sono comunque noti e la cui messa in evidenza non fa che acuire le differenze.
Pane al pane
Scritto da Fabrizio Carena, il 17-12-2014 12:12
Non facciamo del falso perbenismo, se sono ingaggiate dal comune è ovvio che sono persone bisognose che stanno vivendo un disagio di qualsiasi tipo che può essere la perdita di un impiego o la sua vana ricerca o quanto di altro la vita può riservare. 
Perché nascondere o discriminare? Darsi da fare per la comunità, con positive ricadute su se stesse, a queste persone fa solo onore e noi tutti siamo loro grati e felici che facciano la cosa giusta.
Precisazione
Scritto da Io, il 17-12-2014 13:23
Chiamarle solo persone è rispetto e sensibilità. Chiamarle persone bisognose è perbenismo. Sarebbe ora di iniziare a evitare di classificarci. Del resto anche tu e altri vi date da fare per la comunità, e non vi fate chiamare "fortunate" o "agiate".
x Io
Scritto da Fabrizio Carena, il 17-12-2014 13:31
Ti chiedo scusa se ho urtato la tua sensibilità. E' una questione lessicale: bisognoso non è un formalismo o una frase fatta, tutti noi abbiamo dei bisogni e siamo a nostro modo bisognosi. Dai bisogni elementari al bisogno di confrontarci e interagire, al bisogno che sentiamo di fare qualcosa di utile per il paese e questo è ciò che ci accomuna, non certo che ci divide.
Stop
Scritto da Io, il 17-12-2014 16:42
Evitiamo acrobazie lessicali, hai parlato di "persone con disagio sociale". Rimango della mia idea.
Senso unico ?!??!
Scritto da Max, il 02-01-2015 21:28
Buomasera 
Volevo solo dire che il nuovo senso unico deve essere controllato. 
Ci sono macchine che vanno contromano soprattutto alla sera e ne ho già incontrate parecchie. 
Prima di fare una cosa bisogna studiarla bene e va controllata, ma a Borgarello non funziona così, il vigile va in ferie come i ragazzi delle scuole e la gente fa quello che vuole. (Beh anche quando c'è non cambia niente lo stesso) 
Quindi quando mi gira vado anch'io contromano tanto funziona così, NON ESISTE UN CONTROLLO ADEGUATO. 
Altrimenti il prossimo che becco lo centro in pieno e poi vado dal sindaco a chiedere il rasarcimento. 
Anno nuovo che comune vecchio!!!
Chi vigila?
Scritto da Min, il 05-01-2015 17:15
Il vigile ha di certo diritto alle ferie, ma in sua assenza (intendo assenza vera, non finta presenza) chi interviene?
Chi vigila? 2
Scritto da Min, il 09-01-2015 09:34
Ripeto: chi chiamare in assenza del vigile? Ci vuole molto a rispondere?
Educazione
Scritto da Fabrizio Carena, il 09-01-2015 09:46
Con un po' più di creanza, può tranquillamente chiamare il 112
Educazione?
Scritto da Calma, il 09-01-2015 15:17
Hai risposto in modo articolato dopo un\'ora a Max e Dipendente sulle tasse e quasi 4 giorni a Min per una semplicissima comunicazione. Educazione è anche rispondere a una semplice domanda di un cittadino.
Chi vigila? 3
Scritto da Min, il 09-01-2015 15:37
Grazie, anche se non capisco il richiamo alla creanza. Prometto di essere educato se chiamo il 112.
Volontariato
Scritto da Fabrizio Carena, il 09-01-2015 23:25
Per MAX, MIN e CALMA e tutte le persone che si celano dietro: questo non è un servizio pubblico, nessuno di noi ha mai firmato un contratto per garantire tempi di risposta, né prende soldi per farlo. Ogni risposta data, da cittadino a cittadino è una forma di cortesia NON DOVUTA. Il pretendere in malo modo una risposta non è atteggiamento corretto e rispettoso della gentilezza altrui. Chi vuole capire capisca, chi non vuole, vada per la sua strada.
Fatevi curare
Scritto da Mario, il 11-01-2015 11:27
Sig carena ma c'è' bisogno di dire alla gente chi chiamare in caso di bisogno? Carabinieri o polizia in tutta Italia, certo non stanno ad ascoltare tutte le scemenze di sti concittadini come il vigile. 
Gli dia il numero di un buon psichiatra e' meglio!!!

Scrivi Commento
  • Si prega di inserire commenti riguardanti l'articolo.
  • Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc.
  • Se ti imbatti in commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone, avvisaci utilizzando l'apposito link Segnala che trovi in basso a destra ad ogni commento.
Nome:
Titolo:
Commento:



Codice:* Code

Powered by AkoComment Tweaked Special Edition v.1.4.6
AkoComment © Copyright 2004 by Arthur Konze - www.mamboportal.com
All right reserved

RocketTheme Joomla Templates