VIVIBORGARELLO.IT

EU Cookie Law

Informativa
I cittadini a Lamberti «Borgarello così perde tutti i servizi» Stampa
Assemblea con 80 persone: «Siamo senza banca, assurdo» Il sindaco: «Stiamo pensando allo sviluppo commerciale»

di Stefania Prato, 25 gennaio 2015

BORGARELLO. Centro commerciale e Villa Mezzabarba. Ma anche sottopassi ferroviari, viabilità, centro sportivo. E chiusura della banca: segnale, per alcuni cittadini, del progressivo venir meno dei servizi. Sono stati toccati tutti i temi all’ordine del giorno dell’assemblea pubblica voluta dall’amministrazione Lamberti. I cittadini sono arrivati alla spicciolata nella sala del Centro Auser, arrivata ad accogliere, a metà serata, un’ottantina di persone.

Gabriella e Luisa Bono vorrebbero sapere di più dell’istituto di credito. «Il paese sta perdendo servizi – dicono - E’ assurdo che non si possa più contare sullo sportello bancario e che siamo costretti, per un prelievo, a pagare la commissione alle poste. La filiale di Mirabello è vicina in linea d’aria, ma è difficoltoso raggiungerla, con il sottopasso chiuso». E poi, aggiungono, c’è lo spettro del centro commerciale che limita le iniziative: «Nessuno rischia di aprire un negozio, gli anziani sono obbligati ad usare l’auto o a chiedere aiuto a parenti o amici».

Francesco Marrano, dirigente della Polisportiva, vuole conoscere i dettagli sul nuovo centro sportivo e sapere di più dei circa 20milioni richiesti dalla società Progetto commerciale. «Non ero contrario a priori – spiega - Non è l’ideale, ma avrebbe dato ossigeno all’economia locale». Giancarla Vigorelli è d’accordo con il “no” dell’amministrazione al megamarket.

Maurizio Cardinetti attende il prossimo incontro sul bilancio partecipato perché «è giusto che la cittadinanza decida sulla destinazione del 5 per mille». Risponde il sindaco Nicola Lamberti. Punto per punto. Sui servizi rassicura: «Quando il fantasma del megamarket sarà sparito, si potrà pensare allo sviluppo commerciale del paese». E sulla richiesta danni «è un tentativo di intimidazione che non condizionerà l’amministrazione e il precedente progetto era stato annullato dal Tar», sulla Villa delinea il percorso che potrebbe portarne all’utilizzo da parte della collettività.

La Provincia Pavese, 25 gennaio 2015


Visualizzazioni: 887

  Lascia il primo commento!

Scrivi Commento
  • Si prega di inserire commenti riguardanti l'articolo.
  • Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc.
  • Se ti imbatti in commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone, avvisaci utilizzando l'apposito link Segnala che trovi in basso a destra ad ogni commento.
Nome:
Titolo:
Commento:



Codice:* Code

Powered by AkoComment Tweaked Special Edition v.1.4.6
AkoComment © Copyright 2004 by Arthur Konze - www.mamboportal.com
All right reserved

RocketTheme Joomla Templates